Professionalità al primo posto

JOB AND MORE



Evita il formato europeo, crea il tuo layout personale



Il formato europeo è adatto se dobbiamo interagire con la pubblica amministrazione, ad esempio per allegare il curriculum alla domanda per la partecipazione ad un bando di concorso.  Per tutte le altre occasioni, cioè quando presentiamo un curriculum rispondendo ad un’offerta di lavoro, oppure quando lo presentiamo ad un’agenzia per il lavoro o ad una società di ricerca e selezione del personale, è meglio usare un lay out (formato) diverso.

Prima di tutto diciamolo, il formato europeo non è così accattivante. In più, rende i curricula molto simili tra loro. Ricordiamo che la caratteristica vincente di un curriculum è quella di essere efficace: quindi è importante il contenuto, ma anche il modo in cui lo si presenta. Il nostro cv deve distinguersi dagli altri e rimanere bene in testa del recruiter che lo esaminerà.

Il lay out deve rispecchiare la nostra personalità e il tipo di competenze che abbiamo. E’ normale che siano differenti tra di loro. Il curriculum di un grafico, ad esempio, sarà più originale e fantasioso di quello di un’impiegata contabile, che sarà più schematico e sobrio. Ogni curriculum deve rispecchiare doti e competenze di chi lo scrive.

Il punto di vista estetico è un buon punto di partenza, poi inizia la scelta dei contenuti da proporre.

Bisogna saper scegliere e valorizzare le competenze, scrivendo con chiarezza tutte le proprie mansioni, per comunicare come possiamo renderci utili lavorativamente.

Punto in comune di tutti i curricula dovrà assolutamente essere un corretto uso della lingua italiana: sembra superfluo dirlo, ma bisogna assolutamente evitare gli errori di grammatica e di ortografia.